IL MOSTRO

IL MOSTRO

un racconto di Paolo Rocchigiani


 

Il mostro si aggirava apparentemente senza meta; un passo dopo l’altro, trascinando la mole flaccida ma imponente ancora in grado di suscitare un certo timore, l’andatura titubante ma inesorabile nascondeva quell’aria spaesata.

Leggi tutto “IL MOSTRO”

IL SACCOTTINO

IL SACCOTTINO

un racconto di Paolo Rocchigiani

 

Non c’era la solita calca al bar così riuscii a scegliere con calma. Ero arrivato in un orario in cui erano ancora ampie le golose possibilità  adagiate sul vassoio e nascoste dal coperchio di vetro: nessuno mi avrebbe impedito di portarmi via il mio saccottino al cioccolato.

Leggi tutto “IL SACCOTTINO”

AL FUNERALE

AL FUNERALE

un racconto di Paolo Rocchigiani


Non mi piace affatto andare ai funerali, a chi piace farlo! Ma a quello in particolare non potevo proprio non andare, glielo dovevo; dopo tutto avevamo passato un sacco di bei momenti insieme e trovavo disumano quello che alla fine le era capitato.

Leggi tutto “AL FUNERALE”

OLIVETTI 32

OLIVETTI 32

un racconto di Paolo Rocchigiani


Era una notte buia e tempestosa. Quante volte l’ho scritto sulla magica Olivetti 32 con cui mia zia faceva divertire me e i miei fratelli. Con gli indici titubanti e terribilmente lenti, schiaffeggiando il carrello e regolando il rullo, riempivo l’inizio di fogli e fogli sempre con la stessa frase “era una notte buia e tempestosa”.

Leggi tutto “OLIVETTI 32”

LA LUNA ROSSA -5°parte-

LA LUNA ROSSA -5°parte-

un racconto di Paolo Rocchigiani


-Vi dico che l’appuntamento era dentro!- ripeteva Arsenio agitato come al solito.

-E allora? Li vedi forse? Non voglio morire di vecchiaia e di noia qua dentro io!

Karun, barcollando, si alzò stancamente ed uscì dalla locanda. Appena fuori, quasi accecato dalla luce del sole, fu investito da una grossa ombra che incombendo su di lui lo avvolse. Senza pensare, con un unico gesto, più goffamente di quanto gli riuscisse di solito, si buttò in avanti sguainando l’arma con una capriola per rialzarsi istantaneamente con gli occhi alzati rivolti alla locanda. Don e Arsenio si guardarono e subito, impugnando le loro armi, fecero per uscire. Phanelion e Lune furono molto meno reattivi nell’alzarsi dalle loro panche. Karun scosse il capo smorzando la tensione mentre riponeva Sindana nel prezioso fodero. Nella sua mente il grido di dolore dell’arma riecheggiò con tono triste, ma ancora controllabile, a differenza di come purtroppo era già capitato.

Leggi tutto “LA LUNA ROSSA -5°parte-“

ROD E ROXANNE – Un uomo entra in un caffè

ROD E ROXANNE – Un uomo entra in un caffè

un racconto di Paolo Rocchigiani


Un uomo entra in un caffè dopo aver scalato la tazzina utilizzando il cucchiaino lasciato incustodito ed appoggiato al bordo del raffinato e piccolo recipiente di porcellana. Data la sua lillipuziana statura, nessuno ne aveva notato la presenza e nessuno ne avrebbe indovinato le intenzioni.

Leggi tutto “ROD E ROXANNE – Un uomo entra in un caffè”

LA LUNA ROSSA -4°parte-

LA LUNA ROSSA -4°parte-

un racconto di Paolo Rocchigiani


Dopo che il profumo di arrosto aveva pervaso famelicamente l’ambiente, fu la volta del caratteristico odore di tabacco delle Baronie contenderne il primato diventando sempre più intenso. Regnava un’ aria di soddisfatto ozio con buona pace dell’oste, quando la porta della locanda si aprì e due tizi entrarono.

-No Don, fallo un’altra volta, una sola altra volta e io… io ti ammazzo! Ore di appostamento per che cosa? Te lo dico io! Nulla, NULLA!

Leggi tutto “LA LUNA ROSSA -4°parte-“

RACCONTO DI NATALE

RACCONTO DI NATALE

un racconto di Paolo Rocchigiani


Potevi scommetterci sopra qualsiasi cosa che il problema fosse lui, sempre lui, costantemente lui: il sistema di alimentazione energetico aveva ricominciato a dare i numeri. Purtroppo l’impianto era quanto di meglio fossimo riusciti a mettere insieme, anzi dovevamo gridare “al miracolo” che, dopo tutte le riparazioni di fortuna e i fantasiosi upgrade che avevamo apportato, riuscisse ancora ad erogare abbastanza energia. In particolare le luci del corridoio 7, a differenza di quelle del 5 e del 9 che si accendevano e spegnevano in modo tanto brusco e imprevedibile da indurre a veri e propri  attacchi epilettici, diminuivano ed aumentavano con graduale dolcezza l’intensità del proprio bagliore. L’effetto risultante, che sembrava far percepire una sorta di calore ipnotico a quanti assistevano, ricordava quello delle vecchie luminarie, quelle belle e tipiche degli addobbi delle strade delle nostre città per il Natale… sarà stato per questo motivo che il corridoio 7 era particolarmente frequentato in quei giorni, soprattutto dai più anziani di noi, quelli che meglio ricordavano.

Leggi tutto “RACCONTO DI NATALE”

LA LUNA ROSSA -3°parte-

LA LUNA ROSSA -3°parte-

un racconto di Paolo Rocchigiani


“La stella di Sirio brilla anche di giorno, presagio di sventura essa è. Porta la morte, il sonno o il potere, rivela arcane e nascoste verità, l’avvento del nuovo o il vecchio che torna… e bla, bla, bla: adoro davvero gli esseri umani! Hanno una filastrocca, un racconto e persino una canzone per tutto, in particolar modo per quello che non capiscono, ignorando che, soprattutto in questo caso, riconoscere i segni ed interpretarli correttamente darebbe loro l’allettante ed inebriante potere di incidere fortemente sul movimento della Ruota del Tempo che, come sua intrinseca natura, non fa altro che girare, girare senza sosta al fine di scandire ed influenzare il corso di tutti gli eventi, di tutte le vite, non fermandosi mai e senza mai accusare la ben che minima esitazione…quanta inconsapevole ed orrenda ignoranza dentro una altrettanto ben o consapevole ed orrenda filastrocca… magari un racconto sarebbe andato meglio, uh, uh, uh… uhm, ma il sole è già alto ed io DEVO avere ciò che è giusto mio Padrone, come sancimmo con il Patto al nostro primo incontro: tu DEVI nutrirmi.”

Leggi tutto “LA LUNA ROSSA -3°parte-“