INTERROGATORIO

Tempo di lettura: 2 minuti

INTERROGATORIO

un racconto di Paolo Rocchigiani

 

“Scrivi l’interrogatorio durante il quale il detective incastra l’assassino. Ogni battuta del dialogo, però, deve essere una frase interrogativa”.

 

A) Per quanto tempo dovrò stare ancora qui a sentirla, Detective?

D) Hai mica un talloncino “Esci di prigione”?

A) Ma mi prende in giro Detective?

D) Sei stato tu?

A) Cosa?

D) Allora?

A) Allora cosa? Mi fa fare la mia cavolo di telefonata?

D) La vuoi una sigaretta?

A) Vuole offendere la mia intelligenza con questo suo giochetto? Lei sarebbe il buono?

D) Devo aspettare ancora molto?

A) Quando arriva il cattivo? Non ha mai pensato di cambiare mestiere?

D) E perdermi tutto questo? Ti piacciono i vecchi film in cui il colpevole confessa piangendo non è vero?

A) Cosa c’entra? Ma è sicuro di essere un detective?

D) Allora sei stato tu?

A) Crede forse che mi tradirò confessando qualcosa che non ho fatto pur di non sentirla più?

D) Tradirti per che cosa?

A) Devo sopportarla ancora a lungo?

D) Oppure qualcuno ha tradito te?

A) Non vede che è ridicolo?

D) Ridicolo come una confessione tradita? O come la sigaretta che tieni in mano spenta?

A) Che ne sa di cosa è ridicolo? Vuole entrare nella mia testa? 

D) E tu lo vuoi l’accendino?

A) Ha un fiammifero?

D) Non riesci ad accontentarti? Oppure non riesci a deciderti? Accendino o fiammifero?

A) Mi prende per un mentecatto?

D) L’altra sera hai deciso subito o hai sprecato un mucchio di tempo inutilmente come adesso?

A) Cosa intende?

D) Sparo al cuore oppure alla testa?  Eri in difficoltà? Non sapevi più che fare e la vittima ha scelto per te?

A) Crede davvero che un verme possa scegliere per me?

D) Tu che ne dici? Ti sei accontentato? Non avevi più il controllo sul verme?

A) Controllo? Pensa davvero che io possa perderlo? Come può pensarlo?

D) Sai che così non si accenderà mai la sigaretta?

A) Ma mi ha dato un accendino scarico?

D) Scarico come la tua arma? Hai usato solo 12 colpi?  Avevi paura che uno non bastasse?

A) Perché avrei dovuto farlo?

D) Muori dalla voglia di dirmelo vero? Vuoi smettere di tremare? Tremavi così anche quella sera?

A) Lei non sente freddo?

D) E tu non senti il bisogno di piangere?

 

Paolo Rocchigiani

 

 

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *